Contrada Cisterne 6, Torrita Tiberina 00060 (ROMA) Tel. +39 3333506510

GRATIS: acquista scarpe per almeno 69€, la spedizione la paghiamo noi!
Risparmia! Trovi un prezzo più basso? Ti rimborsiamo la differenza!
Scarpa di cuoio

Suola di cuoio e pioggia

La suola di cuoio: fascino e aspetti negativi di questo pellame

Le calzature in vera pelle con la suola di cuoio sono belle ed eleganti. Suscitano molto fascino sia per l’artigianalità con cui sono realizzate sia per la robustezza dei materiali in questione (la pelle ma soprattutto il cuoio). Purtroppo però non sono scarpe pratiche e comode come le sneakers, ed hanno – seppur in maniera trascurabile – due aspetti negativi. Oggi vi spieghiamo perché suola di cuoio e pioggia non è un bel binomio!

Suola di cuoio e pioggia: non solo un problema di aderenza!

Uno degli aspetti negativi di alcuni modelli di scarpe eleganti con la suola in cuoio è senz’altro quello di avere poca aderenza sul bagnato. In caso di pioggia infatti, le scarpe con la suola di cuoio (senza aggiunte di gomma quindi) risultano essere piuttosto scivolose su superfici bagnate. Talvolta il problema viene risolto facendo apporre dal calzolaio un supporto di gomma, qualora non ci fosse già.

Questo è uno – ma non l’unico – dei motivi per cui non bisogna mai accoppiare suola di cuoio e pioggia.

Suola di cuoio

Lo scollamento del fondo dalla tomaia

Si verifica spesso che la suola in cuoio di una scarpa nuova non riesca a drenare in modo corretto l’acqua di superfici bagnate quando queste vengono a contatto per la prima volta con la scarpa appena uscita dalla fabbrica. Accade che la suola di cuoio incorre in un rigonfiamento e in un conseguente scollamento del fondo dalla tomaia.

La causa di questo avvenimento è da ricercarsi nella lavorazione del cuoio: la suola, per essere lavorata al meglio, viene completamente impregnata di acqua per molte ore, al fine di ammorbidire il cuoio che altrimenti sarebbe troppo duro per la lavorazione. Questa conseguenza del processo di lavorazione del cuoio perdura abbastanza a lungo all’interno della suola, che ne potrebbe risentire se viene subito esposta ad una superficie bagnata.

Primo utilizzo: mai con la pioggia

Per questo è consigliabile non utilizzare per la prima volta una scarpa nuova con suola di cuoio in una giornata di pioggia, poiché potrebbe verificarsi questo rigonfiamento e scollamento della suola. E’ meglio utilizzare la scarpa nuova in giornate asciutte e lasciare che la suola si stagioni per qualche giorno in condizioni meteorologiche favorevoli.

Ora sapete perché è sconsigliato accoppiare cuoio e pioggia. 😉

Ludovica

3 thoughts on “Suola di cuoio e pioggia

Murano (8 mesi ago)

Risposta

Io sono Brasiliano vorrei sapere come la fabricazione di questa suola sia la prova di pioggia

Filippo (8 mesi ago)

Risposta

Si verifica spesso che la suola in cuoio di una scarpa nuova non riesca a drenare in modo corretto l’acqua di superfici bagnate quando queste vengono a contatto per la prima volta con la scarpa appena uscita dalla fabbrica. Accade che la suola di cuoio incorre in un rigonfiamento e in un conseguente scollamento del fondo dalla tomaia.

La causa di questo avvenimento è da ricercarsi nella lavorazione del cuoio: la suola, per essere lavorata al meglio, viene completamente impregnata di acqua per molte ore, al fine di ammorbidire il cuoio che altrimenti sarebbe troppo duro per la lavorazione. Questa conseguenza del processo di lavorazione del cuoio perdura abbastanza a lungo all’interno della suola, che ne potrebbe risentire se viene subito esposta ad una superficie bagnata.

Calator prin Romania (1 mese ago)

Risposta

Questo sito veramente ha tutte le informazioni e fatti I necessario su questo e non sapevo a chi chiedere.
– facebook.com/CalatorPrinRomaniaTuristica/

Lascia un commento